Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2017 alle 11:03

Boldrini e Fedeli, le scuole insegneranno ad accogliere gli immigrati

Le mani di Valeria Fedeli e Laura Boldrini sulla scuola italiana. La ministra dell’Istruzione si accoda alla battaglia della Presidenta della Camera e lancia una nuova materia da far studiare agli studenti: Educazione civica al digitale. Traduzione: far riconoscere ai giovani futuri elettori le falsità dei “seminatori d’odio” del web. Chi sono? Semplice, come suggerisce ance Il Giornale: tutti quei siti o pagine social non allineati al verbo buonista. La missione didattica illustrata dalla Fedeli infatti è una sola: “Abbiamo bisogno nelle scuole di una educazione mirata a favore dell’inclusione di tutti i soggetti discriminati in quanto espressioni di minoranze vittime di campagne di odio”. Le minoranze ovviamente non sono solo gli omosessuali, spesso vittime di bullismo (virtuale e reale), ma anche gli immigrati. Per questo chi critica la gestione dell’immigrazione e la politica dell'”accogliamoli tutti” rischia di finire nel libro nero di governo e scuole, se non addirittura nella black list dei “neo-fascisti” contro cui si sta battendo vigorosamente la Boldrini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

(Visited 1 times, 1 visits today)

Commenta per primo on "Boldrini e Fedeli, le scuole insegneranno ad accogliere gli immigrati"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*